Frontirman - America 1775

Sculptor: Maurizio Bruno for Romeo Models

Painter: Giorgio Montesano

Scale: 75 mm 

 

La frontiera Americana, non è da intendersi come una zona di confine bensì come una linea di partenza per migliaia di emigranti che, provenienti dall’Europa, colonizzarono e conquistarono la prima frontiera, ovvero i territori dell’Est, che si affacciavano sulla costa Atlantica dell’America del Nord per poi spingersi, intorno al 1800, nei territori dell’Ovest oltre la catena dei monti Appalachiani verso la seconda frontiera rappresentata dagli immensi territori attraversati dai fiumi Mississippi ed Ohio ed oltre verso le montagne Rocciose.
I coloni della prima frontiera americana risentivano della forte influenza europea. Coloro che nutrivano interesse per la seconda frontiera, pur mantenendo i contatti con i centri della costa atlantica, guardavano ai territori indipendenti dell’ovest.

Ad aprire la strada alle grandi masse migratorie vi erano i cosiddetti uomini della frontiera. Costoro erano dei cacciatori che, armati di fucile, asce e pugnali, si inoltravano con coraggio ed audacia in territori ostili e sconosciuti. Erano capaci di vivere lontani dalle comodità, attraversare a piedi od in canoa, alla maniera degli indiani, immensi territori. Molto spesso vivevano con gli indiani di cui sposavano le donne. Non disdegnavano vivere di pesca ed erano anche bravi nell’uso delle trappole. La maggior parte di questi uomini abbandonavano presto la vita del cacciatore nomade per diventare agricoltori. Costruivano comode case, sistemi di irrigazione e pozzi d’acqua, allevavano bestiame, creando così degli avamposti di civiltà che spianavano il passo a nuovi emigranti. Ad essi seguivano uomini e donne di tutte le classi sociali che davano vita a strutture definitive di urbanizzazione orbitanti intorno all’agricoltura che era la maggiore attività. Coloro con lo spirito più nomade vendevano i loro terreni e si spostavano più ad Ovest alla ricerca di nuove frontiere.

L’estro artistico della Romeo Models per l’elaborazione del figurino ha tratto ispirazione dal quadro intitolato "Fort Duquesne’s Sentrys" di Randy Steele (www.fineartamerica.com) in cui è visibile un uomo della prima frontiera, cioè di quelli che risentivano dei legami con la madre patria in Europa e pertanto durante la guerra Europea dei sette anni, che si combattè anche in America, a secondo dei loro Stati Europei di provenienza si schieravano con la Francia o con L’Inghilterra, facendo le guide per le truppe regolari e mantenendo i contatti con le tribù alleate. Questi stessi uomini di frontiera divenuti coloni Americani, nel 1775 contribuirono all’evolversi della guerra d’Indipendenza tra le colonie Americane e l’Inghilterra.

 Ricerca storica e traduzione di Riccardo Carrabino. Note tratte dal sito della Romeo Models.

statistiche